La Corretta Installazione di un Macchinario nel tuo Capannone

Quando puoi essere davvero sicuro di aver effettuato una corretta installazione dei tuoi macchinari?

Ogni volta che un fabbricante vende un proprio prodotto, come una linea di riempimento del vino o dell’acqua, sappiamo tutti che il pensiero primario è mantenere il prezzo il più basso possibile.

Ma non basta, perché ecco che si aggiungono anche i ragionamenti improbabili e pericolosi da parte dell’utilizzatore, come: “Con l’elettricista mi arrangio io”.

E morale della favola, alla fine non si sa mai bene chi faccia realmente l’installazione.

Spesso accade che sull’installazione di un singolo macchinario mettano le mani diverse persone. È invece fondamentale che fabbricante ed utilizzatore si accordino su chi debba essere l’installatore.

E ti ricordo che l’installatore può essere anche una ditta terza.

A prescindere da chi sia l’installatore, qual è il concetto fondamentale che non devi mai trascurare?

Il concetto fondamentale è che l’installatore DEVE SEGUIRE LE INDICAZIONI FORNITE DAL FABBRICANTE. Per dichiarare la corretta installazione è necessario:

  • Aver parlato con il fabbricante;
  • Aver letto il manuale;
  • Aver ricevuto tutte le necessarie istruzioni e dichiarare di averle applicate e quindi rispettate.

Solo se l’installatore ha seguito scrupolosamente tutti questi passaggi può dichiarare di aver effettuato una corretta installazione.

Se nel manuale c’è scritto che la linea dell’aria compressa deve avere un minimo valore di bar di pressione o deve utilizzare l’azoto, chi effettua l’installazione deve sapere e verificare tutte queste cose.

Al termine dell’installazione è necessario comporre una dichiarazione in cui si afferma di aver rispettato tutti i requisiti esplicitati dal fabbricante.

La marcatura CE si basa proprio sul rispetto di quei requisiti.

Ti assicuro che la dichiarazione di corretta installazione è uno dei documenti che manca più spesso nelle aziende presso le quali mi reco per la prima volta.

E tutti sono puntualmente convinti di aver fatto delle installazioni impeccabili.

Invece non è quasi mai così. Se il fabbricante compone un fascicolo tecnico con relative prescrizioni, questo dev’essere rispettato. L’installazione deve avvenire in modo da poter allontanare l’insorgere di problemi in fabbrica, rispettando il dvr81, e rispettando la direttiva macchina con le relative annotazioni del fabbricante.

Se hai dubbi in merito, e vorresti approfondire questo aspetto, contattaci.

Ing. Claudio Delaini e Ing. Renato Delaini.

Guarda il video:

 

 

Commenta:

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *