Aggiungo Carter su Macchinari: quale documentazione devo chiedere?

sul gruppo facebook “Coordinatori per la sicurezza” mi hanno fatto questa domanda.

domanda:
“Ciao a tutti, azienda metalmeccanica (chiamiamola X) con macchinari (torni,trapani ecc) anni 70 sta provvedendo a sistemarsi a livello di sicurezza. su dei macchinari mancano i carter protettivi, è stato fatto fare un preventivo da un azienda Y che fornisce i carter ma solo alcuni carterverranno comprati all’azienda Y, gli altri verranno realizzati dall’azienda X e montati direttamente sui macchinari presenti in officina, fornendo una autodichiarazione di corretta posa, (l’azienda X fabbrica e assembla macchinari tessili quindi forniranno una dichiarazione di corretta posa delcarter) come la vedete voi questa situazione? può essere considerata regolare? Grazie”

risposta:

se non vuoi leggere  ci abbiamo fatto un video sopra

i carter sono dispositivi di sicurezza e in quanto tali dovrebbero essere venduti certificati CE. La risposta cambia a seconda di cosa proteggono.
Se proteggono che un proiettile parta dalla macchina e colpisca qualcuno e dalla caduta di una persona dentro la macchina dovete prenderli certificati.
Se invece impediscono di entrare delimitando lo spazio protetto di solito si costruiscono in casa.
Gli enti notificati non certificano queste cose, certificano solo le macchine elencate in allegato IV della direttiva macchine. Non vi fate fregare.
Se hai valutato bene che i carter vanno bene e sono ben messi non vedo problemi.

mi specificano che i carter sono a protezione di organi in movimento.

quindi aggiungo:
“non serve nulla di che. Serve una valutazione del rischio che motivi la scelta di quei carter in quel punto con una foto che dati la miglioria.
I test sui carter hanno senso quando devono proteggere i due casi elencati sopra”

e da qui nasce una ulteriore domanda:

Claudio Delaini scusami mi spiegheresti la differenza tra i carter che impediscono di cadere dentro la macchina (marcati CE) e quelli che delimitano impedendo di entrare nella macchina (che posso anche essere auto costruiti?) ti ringrazio

io rispondo così:

prendiamo ad esempio un caricamento dall’alto con un carter sopra che impedisca di cadere dentro il recipiente dove c’è la coclea. Quel carter è un salvavita per un rischio non evitabile. non decido di buttarmi giu, mi capita senza preavviso.
Invece un carter che copre una cinghia in movimento dove mettono le mani una volta all’anno i manutentori serve solo a non far venir voglia a qualche genio di metterci le mani apposta. Nel secondo caso il rischio è diverso e basta una protezione efficace come un carter.

ed Emil, mio amico, aggiunge questo commento esatto:

Claudio Delaini comunque claudio spesso un riparo fatto in casa è “cucito” su misura a differenza di tanti altri già venduti come standard che non proteggono tutta la zona pericolosa. Tanto se uno li fa in casa è ovvio che non ci fa la prova del proiettile o altro e se ne assume la responsabilità in merito a ciò che monta e su come installata il riparo

 

spero che questo riassunto sia utile a tu che leggi

 

Commenta:

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *