RSPP esterno NON valuta i TUOI Macchinari? NEL DVR non c’è nulla sui Macchinari?

DA SAPERE ASSOLUTAMENTE

Che i macchinari in fabbrica, nel tuo capannone, possono anche avere dei problemi. Che magari con poco si possono anche sistemare, basta il tuo elettricista.

Ma non sai come fare a sapere se è vero. Il tuo RSPP ne sa poco, di macchinari. Lo stesso il tuo consulente per la sicurezza.

E ti dovresti incazzare!

Oggi sfogliavo qualche sito –anche molto visitato e con belle e frequenti mail- cercavo, cercavo. Si trova di tutto: modelli di procedure, modelli di check-list, informazioni le più disparate su tutti i rischi del mondo, fin anche quello elettromagnetico…

Si trova di tutto meno quello che serve di più: come cautelarsi sui macchinari.

Se succede anche un piccolo guaio, ti chiedono subito il DVR e guardano se hai fatto la valutazione dei rischi. DEI MACCHINARI.

Già, dimenticavo: gli infortuni più antipatici capitano proprio per usi distratti o scorretti dei macchinari.

E caschi nel penale, senza capire bene perché. Almeno una prescrizione col D Lgs 758.

Insomma hai ragione: non è davvero colpa tua. Non hai tempo, troppe cose da seguire in fabbrica, con le norme che cambiano di continuo, e soprattutto nessun posto dove andare per capirci qualcosa. Non si sa proprio a chi chiedere.

·     Se compri un nuovo macchinario: cosa devi pretendere e cosa devi controllare? Già lo sai che non basta fidarsi del fatto che è marcato CE.

·     Le macchine marcate CE che hai in fabbrica: sono a posto per sempre perché marcate CE ? già lo sai che è una illusione.

·     Le macchine vecchie che hai in fabbrica, ante 96, cosa ci dovresti fare? Che carte dovresti avere?

Sono argomenti complessi, con mille sfumature (non solo 50), e sui libri non si trova niente di convincente.

Ecco perché mi piace il mio lavoro, perché risolvo cose difficili e complesse con soluzioni facili.

E magari troveremo il tempo di organizzare un seminario, un corso per pochi eletti, per andare bene in fondo a tutti i problemi, insieme.

Per ora ci stiamo pensando: rubare tempo a clienti e fatturato non è facile. Ma la voglia c’è.

Commenta:

commenti