intervista a ROBERTO BRAMBILLA: l’uomo che con il polipropilene espanso risolve mille problemi di movimentazione

ROBERTO BRAMBILLA

Scheda Anagrafica:

Roberto Brambilla

I.E.S. Srl

Ruolo in azienda: Direttore commercialeRoberto Brambilla Poliespanso

  1. Cosa vendi? Da quando?

Faccio questo lavoro da 20 e passa anni.

Vendiamo soluzioni di imballaggio e movimentazione con materiali espansi, come il polistirolo e il polipropilene espanso. L’azienda per cui lavoro è attiva da 8 anni perché ha acquisito un’altra azienda che era aperta dal 1995.

Per questo è da una vita che faccio questo lavoro.

  1. Qual è la vostra “punta di diamante” come prodotto o servizio?

La punta di diamante, per noi, è il polipropilene espanso. Poi quello che ci differenzia è il trovare soluzioni, anche complesse in tempi rapidi.

Noi lavoriamo nel settore automotive e molto anche nel settore farmaceutico medicale.

Per questo troviamo soluzioni veloci alle varie esigenze, sia con il polipropilene espanso che con altri materiali se necessario. 

  1. Perché fai questo lavoro? Ti piace quello che fai?

 Si, non lo cambierei per niente al mondo! Mi dà la possibilità di essere a contatto con persone completamente diverse in settori completamente diversi. Spesso anche trasversali.

Il bello del mio lavoro è la ricchezza esperienziale che acquisisco ogni giorno stando a contatto con persone dai ruoli diversi: Dal titolare, al tecnico fino al semplice operaio.

  1. Cosa ne pensi della CE?

Dunque, non lo so di preciso… penso che sia una sigla che deve esserci per legge sugli elettrodomestici e sui macchinari.

  1. Se dovessi definire con poche parole il termine CE cosa diresti, che cosa è? 

È un bollino che devono avere tutti gli elettrodomestici prima di essere messi in commercio.

  1. Come hai conosciuto Claudio?

Claudio l’ho conosciuto ad un corso di marketing. Ha fatto uno speech dal palco e poi ho colto l’occasione alla prima pausa per conoscerlo e approfondire alcuni discorsi con lui.

  1. Cosa faresti a Claudio se vi trovaste da soli e senza testimoni?

Ahahahah! Sicuramente gli farei domande un po’ più, diciamo, da “dietro le quinte” ecco.

Vorrei approfondire un po’ di più il “ciclo marketing”, cioè come fa e che approccio ha con i suoi clienti.

  1. Quanto è importante per te la direttiva macchine?

Eh! Non ne ho idea… So che c’è. Quanto è importante non lo so.
So che è importante, ma essendo nel settore prettamente commerciale non me ne occupo, abbiamo un ufficio adibito a questo. 

  1. Quali libri di Claudio hai letto?

Ho letto il primo, “Non desiderare la colpa d’altri”.

10. Quali argomenti vorresti vedere scritti in un libro di Claudio, cosa ti piacerebbe leggere?

Mah, che ti dico, forse… Sì! Sarebbe interessante sapere un paragone tra le normative CE e le normative degli altri paesi extra CE.

11. Quali argomenti vorresti che venissero trattati da Claudio nei video?

Sarebbe interessante andare nello specifico di queste normative sulla sicurezza del lavoro e far vedere come si usano correttamente i macchinari per evitare incidenti. Ci sono i dispositivi di sicurezza ma non sempre vengono usati nella maniera corretta.

Poi mi piacerebbe fare un video con Claudio… ne stavamo già parlando tempo fa, ma non posso rivelare nessuno spoiler!

12. Quale argomento della CE, per te, è più noioso? Perché?

Noioso. Tutto! Perché non ho conoscenza e quindi per me è un argomento ostico.

Claudio mi ha aiutato con un’attività dandomi degli spunti di cui non ero minimamente a conoscenza, poi approfondendo mi è servito.

13. Claudio sotto quali aspetti ti ha aiuta a capire meglio tutto il mondo della CE?

Dal linguaggio. Ha un linguaggio semplice e che si fa capire. Non è un burocrate come tutti gli altri.

 

 

Commenta:

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *