intervista a IVAN BONVINI – imprenditore dei Trattamenti di finitura delle superfici in Metallo

Scheda Anagrafica:

Ivan Bonvini

Gruppo Lebe Srl

Proprietario del marchio Alluminio Estetico

Ruolo in azienda: Socio di maggioranza, si occupa della parte commerciale e sviluppo del prodotto oltre che della direzione generale dell’azienda.

  1. Cosa vendi? Da quando?

 Ci siamo sempre occupati di lucidatura di metalli per conto di nostri committenti, servizio poi declinato in lucidatura dell’Alluminio, focalizzandoci su questo materiale. Inoltre, da circa un anno forniamo un servizio completo di progettazione e realizzazione di prodotti in alluminio con finalità estetiche e di design a marchio Alluminio Estetico. Questa è la nostra specializzazione.

  1. Qual è la vostra “punta di diamante” come prodotto o servizio?

Sono i particolari in alluminio, lucidati o cromati. Ci rivolgiamo al settore automotive, illuminazione, arredamento e macchine per caffè.

  1. Perché fai questo lavoro? Ti piace quello che fai?

Ahahah! Questa domanda non me l’aspettavo proprio. Innanzitutto, la mia azienda è un’azienda di famiglia che negli anni si è rigenerata.

Quindi io non ho mai conosciuto una realtà differente della “casa con vicino l’azienda”, perché l’azienda è nata proprio vicino alla casa di mio padre e di mio nonno.

Per me il percorso degli studi-lavoro, e anche dopo la laurea fino ad un ruolo effettivo all’interno della società, è stato un naturale processo evolutivo.

Mi è sempre piaciuto molto fare impresa e sviluppare tutto quello che poteva essere un progetto di meccanica.

Per esempio, mi piace molto la automazione.

Ma soprattutto, una cosa che mi piace particolarmente, è essere utile al prossimo.Poi ci sono alcuni aspetti che non ricalcano quelle che sono le mie attitudini.

Come certi aspetti di responsabilità aziendale che devi comunque svolgere imprescindibilmente.
Ma non mi pesa più di tanto, fanno parte comunque di un disegno che va a creare tutti gli ingranaggi di un bel motore aziendale.

Inoltre, le passioni lavorative – come quelle elencate prima – se fanno ottenere risultati, possono solo che spingerti a fare e dare il meglio.

  1. Cosa ne pensi della Certificazione CE?

Mmmmh… mi cogli su un ambito dove non sono preparato. Quindi non saprei come risponderti.

Non conosco la materia, conosco la CE limitatamente per il fatto che uso macchinari e tecnologie che rispondono a questa normativa.

  1. Se dovessi definire con poche parole il termine Marchio CE cosa diresti, che cos’è?

Macchine e tecnologie rispondenti di tale sicurezza e che rispettano degli standard condivisi a livello mondiale.

  1. Come hai conosciuto Claudio?

L’ho conosciuto con una sponsorizzata su Facebook, perché mi aveva incuriosito uno dei suoi video. Non ricordo neanche più quale fosse perché è passato qualche anno e lui di video e ne ha fatti molti.

  1. Cosa faresti a Claudio se vi trovaste da soli e senza testimoni?

Ahahahah! Cosa gli farei?! Gli chiederei – in segreto – dove trova l’energia nel fare tutti quei video e soprattutto la capacità di creare contenuti partendo da degli spunti.
Quello che mi stupisce di lui è che da degli incipit, riesce ad ampliare e a creare degli argomenti utili ed interessanti. Per me, questa, è oltretutto l’arma vincente di Claudio.

  1. Quanto è importante per te la direttiva macchine?

Per me personalmente e per lo svolgimento del mio lavoro poco.

Per la mia azienda, in quanto utilizza macchinari industriali, è sicuramente qualcosa di molto importante.

  1. Quali libri di Claudio hai letto?

Tutti! Non ne ho saltato uno. Ed ognuno ti insegna qualcosa di nuovo.

  • Quali argomenti vorresti vedere scritti in un libro di Claudio, cosa ti piacerebbe leggere?

Non lo so, perché è più veloce lui a scriverli che io a pensare cosa vorrei leggere!

  • Quali argomenti vorresti che venissero trattati da Claudio nei video?

Beh, ricalco la risposta che mi hai fatto prima sui libri. Perché ha la capacità di divulgare e diventa difficile anche solo pensare cosa voler vedere, lui ha più conoscenze di me e quindi mi fa sempre scoprire cose nuove che non conosco.

Tutti! Perché sono temi talmente troppo tecnici, molto macchinosi.

Benché lui riesce a spiegarli in maniera semplice.

  • Claudio sotto quali aspetti ti ha aiuta a capire meglio tutto il mondo della marcatura CE?

Guardando i suoi video, e seguendo tutto ciò che pubblica, mi ha aiutato molto a conoscere temi che a me erano sconosciuti.

  • Su Amazon, c’è un libro che hai scritto in collaborazione con Claudio e Renato Delaini, Diego Perfettibile e Piercarlo Bonomi.

Come è nata in te la voglia di divulgare il tuo sapere? A chi è destinato il libro? Quali benefici riceve chi lo acquista?

“Eleganza esplosiva” è un libro principalmente per gli addetti ai lavori, ma anche per tutti gli appassionati di impiantistica riguardo la filtrazione e di tutti i rischi della lavorazione dell’alluminio.

Questa piccola bibbia, sui pericoli di esplosione, nasce dal voler dare un messaggio di attenzione verso una filiera, verso l’utilizzo di impiantistica in una maniera più responsabile.

Non è un libro principalmente rivolto ai temi dell’ambiente, che a volte sono soltanto una moda, ma argomenti riguardanti soprattutto la sicurezza.

E questi concetti devono essere, se vogliamo parlare in termini modaioli, uno stile di vita.

Una filosofia di pensiero.

Una consapevolezza riguardosa per un imprenditore. Ma anche per chi è semplicemente un addetto ai lavori!

Il beneficio di chi acquista “Eleganza Esplosiva”, è che riesce ad apprendere concetti complessi in maniera veloce. Oltretutto, come linguaggio, è estremamente informale, semplice e di facile comprensione.

Ad accomunare me con gli altri autori, vi sono di sicuro la concretezza e la chiarezza. E abbiamo cercato di fare il nostro meglio per trasmettere ciò a tutti coloro che vorranno leggere questo libro.

ecco il link ad Amazon: https://www.amazon.it/Eleganza-Esplosiva-Ventilatori-Sbavatura-Dellalluminio/dp/1981456511

 

 

Commenta:

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *