Davide Pasini e gli Impianti di abbattimento, aspirazioni, captazioni. Su polveri e C.O.V.

DAVIDE PASINI

Impianti di abbattimento, aspirazioni, captazioni. Su polveri e C.O.V.

Scheda Anagrafica

Davide Pasini

Brofind Spa

Ruolo in azienda: Direttore commerciale

  1. Cosa vendi? Da quando?

Impianti di abbattimento, aspirazioni, captazioni per emissioni di polveri e C.O.V. (Composti organici volatili) ormai da 10 anni, quindi da quando ho cominciato a lavorare.

  1. Qual è la vostra “punta di diamante” come prodotto o servizio?

L‘azienda è un engineering. Essere in grado di sapere cosa utilizzare, come progettarlo, come costruirlo e come istallarlo.

Abbiamo due prodotti: gli ossidatori termici e gli impianti a recupero solventi.

  1. Perché fai questo lavoro? Ti piace quello che fai?

Perché è una figata. Almeno spero di lasciare alle mie figlie qualcosa di buono da respirare. Mi piace risolvere problemi delle aziende. Mi piace trovare soluzioni ai clienti che mi parlano dei loro problemi, che riguardano l‘emissione in atmosfera.

  1. Cosa ne pensi della marcatura CE?

È complicata nel mondo dell‘impiantistica. Troppi pezzi che hanno una diversa marcatura che tu devi mettere insieme nella speranza che fai tutto correttamente. Sicuramente è un grado di protezione ma deve essere fatta e costruita bene. Se si pone solo come un timbro come se fosse un marchio, non funziona.

  1. Se dovessi definire con poche parole il termine Marchio CE cosa diresti, che cosa è? 

Non è semplice. Sicuramente è un marchio necessario e fondamentale che permette di dare un minimo di garanzia all‘utilizzatore che quella macchina è quanto meno sicura.

  1. Come hai conosciuto Claudio?

Tramite Diego Perfettibile

  1. Ti ritrovi a festeggiare un addio al celibato con Claudio.

A fine serata è completamente ubriaco ed hai una sola occasione per sapere la verità su qualsiasi cosa. Quale domanda gli faresti?

Come ha fatto a diventare quello che è. Un esponente importante di rilievo per quanto riguarda la marcatura CE.

  1. Quanto è importante per te la direttiva macchine?

Sul prodotto è più importante una corretta progettazione termo-fluido dinamica e di conseguenza la direttiva macchine la metterei al secondo posto. Questo perché in base ai dati ricavati dal primo posso fare una valutazione  completa per applicare poi la seconda.

  1. Quali libri di Claudio hai letto?

Il Marchio CE è un’iiliusione‘ho cominciato a leggere. Poi ho letto “Non desiderare la colpa d‘altri”.

Ho cominciato anche  “Non scottarti con la Moka”.

       

  1. Quali argomenti vorresti vedere scritti in un libro di Claudio, cosa ti piacerebbe leggere?

Mi piacerebbe vedere e collaborare con lui, nel suo mondo della certificazione CE applicata sui miei impianti di abbattimento.

  1. Quale argomento della marcatura CE per te è più noioso?

Per alcuni impianti più customizzati è la valutazione dei rischi, soprattutto se parliamo di impianti pilota. Diventa molto difficile, se non impossibile prevedere la reazione durante il normale funzionamento della macchina.

  1. Quali argomenti vorresti venissero trattati da Claudio nei video?

L‘Atex nel mondo dell‘impiantistica, mi tocca più che la CE.

  1. Claudio sotto quali aspetti ti ha aiutato a capire meglio tutto il mondo della CE?

Quasi tutti. La certificazione CE, come le altre normative, sono fumose. La possibilità di trasformare argomenti fumosi in pragmatici, per un ingegnere è fondamentale. E quello è vincente

  1. So che hai fatto dei video con Claudio e con Diego Perfettibile, di cosa hai parlato?

Del mio lavoro. Aspirazioni, cappe.. perché sono più corrette alcune, mentre sono da studiarne altre.

Tipologia di tubi, perdite di carico  perché ci si deve affidare a chi sa fare quattro conti per normare il tuo impianto di abbattimento o di aspirazione. Di cabine di verniciatura e come sono costruite e cose simili.

  1. Che tipo di esperienza hai vissuto?

Non vedo l‘ora di farne altre sinceramente. Mi sono trovato subito bene.

  1. Questi video, secondo te, possono aiutare meglio a capire il vostro mondo?

Si. Sicuramente. Il nostro è un mondo di nicchia quindi per chi si occupa di questo mondo diventa importante potersi informare.

 

Commenta:

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *