Vendi macchine per l’Estrusione Film Politene e il MiSE ti scrive?

FilmPolitene.png

Una tua macchina, assolutamente una buona macchina, sul mercato da tanti anni, è stata segnalata al Ministero, che ti ha scritto.


Il Ministero dello Sviluppo Economico TI SCRIVE e TI CHIEDE informazioni sulle macchine che hai venduto dal 1996 ad oggi!

Il Ministero dello Sviluppo economico (MiSE) interviene solo dopo rogne, casini, infortuni. E viene segnalata perché qualche funzionario ASL ritiene di dover intervenire per proteggere i lavoratori.

Bisogna proteggere i lavoratori del tuo cliente dalla tua macchina, intervenendo a modificarla. Bisogna che sia fatto. Ti sembra impossibile.

Ti casca addosso di tutto, rabbia e sconcerto.

Come ti puoi proteggere da questa situazione, inaspettata e ingiustificata ?


Questa storia è stata ovviamente modificata per non renderla riconoscibile.

 

Cominciamo dall’inizio. Vediamo cosa è successo (così si capisce cosa facciamo noi di DEDO, per proteggere).

Il tuo impianto di estrusione di film di politene (ad esempio) è finito da un cliente consolidato, che ha più linee delle tue, che tu gli hai installato. Ma ora c’è stato un infortunio pesante su questa.

E ti hanno chiamato in causa.

Due addetti stavano estrudendo un film di politene, ed il rullo pressore si era sporcato, creando dei buchi sul film. Bisogna pulire.

Come fanno? Come hai previsto tu nel manuale delle istruzioni? Sei stato attento vero a scrivere bene queste cose?

Allora non fermano la macchina: uno si pone carponi con straccio e diluente vicino al rullo, mentre l’altro osserva il risultato dell’operazione: se finalmente il film esce senza buchi.

I due non si vedono l’uno con l’altro. Sono anni che si fa così.


In questo modo quanti errori stanno facendo? Ma soprattutto il loro capo, il direttore di stabilimento, lo sa che si fa così mentre lui è responsabile?

Un bel mucchio di cose sarebbero da sapere: soprattutto che il costruttore deve pensare bene, quando progetta, anche a comportamenti scorretti. La norma EN 12100 lo consiglia vivamente. E  la Direttiva Macchine lo pretende.

Insomma i due lavorano così per diversi minuti come sempre.

Ma ad un certo punto l’addetto che sta a guardare il film prodotto, che ormai sta andando bene, che ormai esce bene, vede un grande buco improvvisamente.


Va a vedere, subito. E trova l’altro operatore col braccio schiacciato sotto il rullo. Schiaccia l’emergenza e cerca di soccorrere, premendo l’emergenza il rullo si doveva distanziare e liberare il braccio. Ma non succede.


Di chi è la responsabilità?

Ti hanno chiamato in causa: se è successo un infortunio vuol dire che la tua macchina non è sicura.

Davvero è colpa tua? Incredibile solo a pensarlo.

Di chi è la colpa?

Dipende.

A questo punto chiami la DEDO. Ci pensiamo noi.

 

 

Commenta:

commenti