Marcatura CE che il fabbricante deve apporre su un prodotto da lui progettato, assemblato, costruito, verificato e messo in vendita.

Marcatura CE che il fabbricante deve apporre su un prodotto da lui progettato, assemblato, costruito, verificato e messo in vendita.

Si tratta di un fabbricante vero e proprio. Allora si deve procedere allo scopo di dimostrare che il prodotto soddisfa i requisiti comunitari indispensabili (RES), generalmente elencati nell’All. I di ogni direttiva del nuovo approccio.

Questo si ottiene in modi diversi in funzione del tipo di prodotto, della direttiva attinente e della Norma armonizzata su cui ci si basa. Bisogna porre attenzione al fatto che si devono applicare anche più direttive contemporaneamente –se applicabili.

Ad esempio per una macchina utensile in generale vi sarà da applicare la Direttiva macchine, la LVD e la EMC.

IMG_3153

Se si tratta ad esempio di una macchina per cui esiste una norma armonizzata specifica (di tipo C) si tratta di eseguire col proprio ufficio tecnico i test previsti nella norma stessa e verificare l’applicazione corretta delle misure previste. Se si tratta invece di un’apparecchiatura elettrica, si tratta di far eseguire dei test specifici in un Laboratorio accreditato o notificato, sempre secondo le specifiche norme armonizzate applicabili.

Nel caso invece della direttiva macchine in genere è preferibile applicare la norma EN 12100 ed effettuare la valutazione dei rischi per individuare le misure di protezione da attuare, secondo norme di tipo generale (di tipo A, ad esempio) e per definire i rischi residui da segnalare nel manuale. Se previsto nelle direttive applicate, sarà necessario coinvolgere un Ente notificato, per la verifica della soddisfazione dei RES e per ottenere il certificato secondo il modulo scelto. Nel caso della direttiva macchine ciò è obbligatorio se la macchina in questione è compresa nell’elenco riportato all’All. IV.

A questo punto, verificata la soddisfazione dei cosiddetti RES delle direttive applicabili, il fabbricante –raccolta tutta la documentazione in un fascicolo tecnico- procede alla Dichiarazione di conformità e alla marcatura CE, così come previsto nelle direttive applicate.

Commenta:

commenti