Macchina di sollevamento costruita nel 2004 extra CE sprovvista di marcatura CE

Se un utilizzatore ha in azienda una macchina di sollevamento costruita nel 2004 extra CE sprovvista di marcatura CE, dovendo provvedere lui stesso alla marcatura /come se fosse il fabbricante/ dovrà redigere una Dichiarazione di Conformità CE o è sufficiente un attestato di rispondenza ai requisiti di sicurezza ed ancora i RESS devono essere quelli delle norme armonizzate alla 2006/42/CE oppure quelli della Direttiva in vigore al momento in cui è stata prodotta?


Adeguarlo significa procedere alla marcatura CE, o cosa altro bisogna fare?

Prima questione:

La risposta è sì, è OBBLIGATORIO.

A seguito, infatti, della sentenza di condanna della Corte di Giustizia Europea del 10/04/2003, il nostro paese è stato obbligato a fissare i requisiti minimi da seguire.

Il Testo unico sulla sicurezza, il D.Lgs. 81/08, affronta il problema in maniera precisa, dedicandovi uno specifico allegato (allegato V):“ Requisiti di sicurezza delle attrezzature di lavoro messe a disposizione…” e contiene tutta una serie di indicazioni sui rischi da eliminare.

2011-06-28 12.43.55

Seconda questione

Difficilmente conviene avviare una procedura per la marcatura CE, se non si è ad esempio un fabbricante di macchinari analoghi. La marcatura “CE” di una macchina che ne è priva, significa sostenere dei costi aggiuntivi legati all’approntamento della documentazione tecnica correlata e non è facile averne tutte le competenze.

Resta in ogni caso sottinteso, che il datore di lavoro deve procedere comunque ad una specifica valutazione dei rischi che potrebbe evidenziare rischi residui non eliminabili con la so|a applicazione delle disposizioni dell’allegato V, anche se ciò è da ritenersi poco probabile: ciò per effetto dell’ art.2087 c.c. e delle norme di carattere generale contenute nel D,Lgs. 81/08.


 

Bene, la ringrazio Ing. Delaini. quindi come pensavo di aver capito il datore di lavoro che ha importato una macchina dagli USA senza marcatura CE e senza un mandatario anche se nel 2005 e che “si vuole mettere a posto” diventa il fabbricante e quindi svolge tutta la procedura di valutazione compresa la marcatura CE e dichiarazione di conformità da lui firmata.


ci sono sempre due strade: dichiarazione di rispondenza ai requisiti dell’81/08 o la marcatura CE. In entrambi i casi non si riesce mai a valutare tutto in modo completo.

Bisogna sempre tenere presente la differenza tra vizio occulto e vizio palese. Su questo link potete trovare altre informazioni interessanti a riguardo:
http://www.tecnicolegale.com/marcatura-ce/vizio-occulto-e-vizio-palese

Commenta:

commenti