Chi installa il macchinario nuovo? Costruttore o artigiano di paese?

Quando si compra un macchinario nuovo si pensa poco a documentare la parte dell’installazione. Spesso e volentieri e per vari motivi il macchinario non viene installato dal costruttore della macchina.

Capita che il manuale di uso e manutenzione arrivi molte settimane dopo la messa insieme servizio della macchina. Questo crea un problema.

Se il macchinario viene installato male e questo crea un infortunio come si fa?

Spesso far installare il macchinario da terzi è una reale necessità. Lo stesso costruttore straniero si appoggia a squadre di artigiani locali per l’impossibilità di mandare i suoi tecnici.

Cosa consigliamo di fare.

Noi consigliamo di documentare chi ha installato la macchina e di documentare con delle fotografie come viene consegnata la macchina. Lo consigliamo sia all’utilizzatore che al costruttore.

Faccio un esempio capitato settimana scorsa. Un nostro cliente ha venduto un impianto di filtrazione per decontaminare oli. Questo filtro doveva essere installato in uno spazio ristretto difficile da raggiungere, per di più in quota.

L’azienda cliente essendo diffidente verso i lavoratori esterni ed essendo maniaca di sicurezza ha preteso di installarlo lei con i suoi tecnici di fiducia. Il nostro cliente ha quindi consegnato l’impianto smontato con un manuale di installazione e una dichiarazione di incorporazione.  Non ha nessuna documentazione di come è stato installato il filtro. Quando è tornano dal cliente per altri motivi lo ha trovato già modificato. Di fatto non hanno rispettato quanto pensato dal costruttore.
Io non so se hanno inserito qualche rischio nuovo o se al contrario hanno aumentato la sicurezza dell’impianto. So solo che hanno fatto di testa loro.

Il nostro cliente come fa a dimostrare la modifica un domani?

Lo stesso vale per il suo cliente. Installandolo da solo si è perso la totale responsabilità di come installarlo. Se lo avesse fatto installare da una ditta esterna avrebbe dovuto chiedere una dichiarazione di corretta installazione con cui la ditta dichiara di aver rispettato questo prescritto dal costruttore.

Questo è un comportamento sbagliato perchè i macchinari devono essere installati da chi li conosce bene e sa cosa sta facendo. Tutti i manuali dovrebbero prescriverlo, ma spesso il manuale  non arriva o arriva qualche mese dopo la consegna della macchina.

L’installazione è un aspetto davvero importante in un impianto. Non deve mai essere sottovalutata, spesso proprio per questa cattiva abitudine nascono problemi o incidenti anche molto seri.

E’ importante contattare per qualsiasi mansione che riguarda l’installazione, personale competente e preparato. E’ importante interfacciarsi col costruttore per capire cosa è fondamentale fare per garantire la sicurezza della macchina e soprattutto come farlo.

Talvolta pur di risparmiare o di fare in fretta non si guarda il bene della propria fabbrica e dei propri operai.

Altrettanto importante è controllare l’arrivo del manuale e, nel caso in cui continui a non arrivare, contattare il fornitore. Bisogna pretendere il manuale e non pagare il saldo della fattura fino a che non è stato consegnato tutto.

Non dimenticare che installare un macchinario non significa solamente collegarlo ad una presa elettrica!

Su questo argomento ho fatto un video con mio papà Renato. Noi crediamo che dire queste cose scherzando sia utile a capire di cosa parliamo.

 

Il macchinario installato in maniera scorretta può non solo generare un problema relativo alla sicurezza, ma può inficiare la resa del macchinario.

Fatti rilasciare una dichiarazione di corretta installazione da chi lo mette in funzione. Non ti accontentare.

Una cosa che fanno in pochi e che costa poco fare e farsi documentare la formazione che il costruttore fa ai tecnici dell’utilizzatore.

Quando si consegna una macchina e la si collauda, di fatto si fa formazione. Documentare questa formazione specifica sull’uso di questa attrezzatura di lavoro da parte del costruttore vale oro in caso di infortunio sul lavoro.

Pensaci. Chiedi un attestato con cui il costruttore dichiara di aver formato il tuo dipendente.

Questo documento protegge entrambi, sia il costruttore che l’utilizzatore. La formazione di fatto avviene già, ma nessuno la documenta.

Commenta:

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *