PED: accessorio di fantasia

      Nessun commento su PED: accessorio di fantasia

Un costruttore ci ha chiamati chiedendoci sorpreso come fosse possibile che avesse ricevuto una contestazione da parte di un cliente, per la rottura di un accessorio a pressione che ha progettato e che è ora in commercio, nonostante avesse fatto una relazione molto precisa e ricca di calcoli.

Pensi che una relazione con due calcoli sia sufficiente ad allontanare ogni tipo di rischio? Queste sono le conseguenze del ragionare con la mentalità del:

NO i test non servono, costano anche troppo!”.

Senza contare il fatto che, in officina, molto frequentemente non vengono rispettate le esatte misure indicate sui disegni e sui progetti. Quindi, molto probabilmente, il prodotto consegnato non era uguale al prodotto per il quale tutti i calcoli erano stati fatti.

Se le dimensioni cambiano i calcoli sono da rifare.

Stai quindi attento alle possibili divergenze tra i progetti realizzati dall’ufficio tecnico e le messe in opera dell’officina. Controlla sempre tutto!

Ing. Claudio Delaini e Ing. Renato Delaini.

Guarda il video:

Commenta:

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *