Ecco i rischi: bisogna che in fabbrica si sappia

[Ecco i rischi: bisogna che in fabbrica si sappia]

Dall’esperienza raccolta in anni di lavoro a contatto con il mondo industriale possiamo dire e affermare con certezza – purtroppo – che l’aspetto più trascurato e più sottovalutato è la messa in sicurezza dei macchinari, da cui dipende poi la sicurezza dei tuoi operai.

È una realtà di fatto, nelle fabbriche italiane la sicurezza è presa di sotto gamba, si pensa alla sicurezza dopo che il danno è fatto, dopo che un operaio ha lasciato le dita, se non addirittura un arto nei casi peggiori, dentro una macchina costruita male.

Il nostro compito è quello di divulgare attraverso i video, i post e qualsiasi mezzo a nostra disposizione questo messaggio: la sicurezza viene prima di ogni cosa. Prima del risparmio, prima dell’“affare con il cantinaro” che vi rifila un progetto o un quadro elettrico alla buona.

Quello che ci colpisce ancor più e che ci lascia sbigottiti è il fatto che ANCHE le aziende più strutturate, che non avrebbero alcun tipo di problema a creare una realtà di fabbrica sicura, idonea e in regola, si ostinano a voler puntare al risparmio sui macchinari e sulla sicurezza dei propri operai.

Perché purtroppo è di questo che alla fine parliamo, la sicurezza delle persone che lavorano PER TE e CON TE.

Acquistando macchinari senza certificazioni, senza marcatura, non idonei, non in regola, metti a rischio prima di tutto le persone che si svegliano tutte le mattine per venire in fabbrica da te e lavorare per far crescere la tua azienda.

Non basta che i macchinari della tua fabbrica “funzionino”, no, questo non è sufficiente.

È TUO DOVERE che i tuoi macchinari siano perfettamente a norma e certificati.

E no, non è un optional.

Troppo spesso (all’ordine del giorno) sentiamo di operai che si fanno male sul posto di lavoro, a contatto con le macchine. E quando chiediamo al responsabile manutenzione come sia avvenuto l’incidente la risposta che ci viene data è:

“Eh si è fatto male con (tale macchina), ma come si fa a farsi male così?!?!?!?”.

La nostra domanda invece è:

“Ma come si fa ad acquistare macchinari del genere?!?!?”.

Parliamo di responsabili manutenzione – il cui compito dovrebbe essere anche quello di controllare, al momento dell’arrivo delle macchine in fabbrica, l’idoneità e la certificazione dei macchinari, prima della loro installazione e messa in funzione – che non sanno nemmeno cosa sia la direttiva macchine.

Allucinante.

Perché il problema è questo, non è la disattenzione degli operai, a cui puoi sottoporre tutti i corsi di sicurezza possibili e immaginabili, ma se la tua fabbrica non è un posto sicuro, a cosa servono i corsi? Te lo dico io: a nulla.

Il massimo sarebbe che tu potessi spendere i tuoi soldi in consulenti – per l’acquisto dei macchinari e per i progetti – e in corsi di formazione ad hoc per te e per i tuoi collaboratori.

Ma qui ovviamente parliamo di livelli top level, sarebbe già sufficiente che tu prima di acquistare un macchinario mettessi in conto di farlo con un minimo di senno e di non fidarti del “cantinaro” di turno, ma di mettere nelle mani ogni progetto a persone serie, che sanno cosa significhi progettare macchinari sicuri e certificati.

 

Alla prossima, Ing. Claudio Delaini e Ing. Renato Delaini.

 

Guarda il video:

 

Commenta:

commenti