Certificare Portella Chiusino Boccaporto di serbatoi a pressione – attrezzature ped

Schermata 2014-04-19 alle 15.43.42.png

il fabbricante del componente non emette un certificato CE secondo PED bensì un certificato secondo UNI EN 10204 norma sulla commercializzazione di materiali metallici.

In questo caso il TUV o altro ente non effettua un accertamento dei requisiti essenziali di sicurezza mediante una procedura di valutazione di conformità ed apposizione di marchio CE, non potrebbe (ma solo una verifica dei calcoli e delle saldature).

Il fabbricante del componente vende una membratura (in tal caso più lamiere saldate) e potrebbe fare a meno dei collaudi TUV, infatti il fabbricante dell’attrezzatura finale comunque deve fare una certificazione ed un calcolo complessivo compreso per il componente che dovrà saldare alla sua attrezzatura.

 

E’ evidente che chi fornisce il componente deve fornire tutta la documentazione come da linea guida PED, utile al fabbricante finale dell’attrezzatura. Di fatto ci si da un “tono” con il marchio del TUV ma si potrebbe fare a meno, non è obbligatorio.
Ha invece senso fare una certificazione del dispositivo di sicurezza per l’apertura/chiusura del portello come accessorio di sicurezza, allora si che ha senso un certificato CE come accessorio di sicurezza, salvo verificarne i requisiti per la PED.
 Bisogna valutare l’opportunità di certificare un dispositivo di apertura/chiusura, sulla falsa riga dei requisiti della  vecchia raccolta E, poichè ad oggi non esiste una specifica per tali dispisitivi in campo europeo.

Portella Boccaporto Chiusino accessori serbatoi miscelatori autoclavi

 

Commenta:

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *