Atex e Dichiarazione di Conformità – Luoghi o Macchinari?

Direttore e ATEx: cosa sa il tuo RSPP?!

Caro Direttore di stabilimento, caro RSPP, certo non vi passa nemmeno un momento per la testa di mettervi studiare la direttiva. Nella mia esperienza è già tanto se sapete che le ATEx sono 2. Sì, sono due.

Ma non basta: che documenti dovete chiedere al costruttore quando ci cascate dentro? Se utilizzate solventi, polveri organiche, gas infiammabili e così via, dovete chiedere la corretta certificazione dei macchinari che usate.

E cosa troviamo spesso? Che le dichiarazioni di conformità, per lo stesso macchinario, sono più di una. Ad esempio la ATEx è una Dichiarazione separata. E vi giurano che si fa così! Guardate che non va bene: le responsabilità che dovete accertare ( e di cui non dovete farvi carico) devono essere chiaramente individuabili. Quindi un unico Documento per la Conformità, riassuntivo di tutte direttive attinenti, firmato da una sola persona!

Certo avete magari un consulente per la sicurezza, che vi parla di ATEx: attenzione, lui vi parla di una delle due ATEx, quella relativa all’ambiente di lavoro, non di quella relativa ai macchinari.

OCCHIO ALLE CARTE SBRIGATE IN FRETTA: poca burocrazie va bene, per non annegare in troppa carta inutile, ma la poca che chiedete e conservate deve essere perfetta.

E il vostro RSPP quasi sicuramente ne sa troppo poco: non ci sono momenti di aggiornamento su questo, e nei corsi per RSPP su questo si … sorvola!

Per questo stiamo pensando ad un seminario sui macchinari in uso, per pochi selezionati su varie questioni: una giornata in cui andare a fondo. Stiamo scegliendo la data e il posto: se siete dentro questi problemi, scriveteci.

ps
non sappiamo quando e dove lo facciamo. Stiamo raccogliendo le mail e le province per capirlo.

Commenta:

commenti