Vizio Occulto o Vizio Palese?

Quando una macchina industriale genera un infortunio sul lavoro, occorre capire se l’incidente è stato causato da un fattore di rischio palesemente visibile o da un rischio catalogabile come occulto o nascosto.

Un esempio tipico di vizio palese è l’installazione di un macchinario, come un avvolgitore, senza protezioni all’ingresso, dove quindi qualsiasi persona, infilando la mano, può rimanervi incastrata.

In caso di vizi palesi come quello sopracitato, la responsabilità è sia del costruttore, che non avrebbe dovuto vendere il macchinario, e sia dell’utilizzatore che ha comprato il macchinario.

L’utilizzatore avrebbe dovuto impedire l’accesso ad una zona pericolosa agli operai. Il fabbricante avrebbe invece dovuto, quantomeno, interbloccare l’accesso.

Il caso opposto è quello del vizio occulto, cioè un vizio non immediatamente palese. Molto spesso il rischio elettrico viene classificato come rischio occulto. Se guardi un macchinario è difficile individuare eventuali vizi relativi alla norma 60204. Si dà per scontato che tale norma venga rispettata e che nessuno ci rimanga attaccato.

Un altro caso frequente di vizio occulto è rappresentato da un utilizzo differente del macchinario, da parte dell’utilizzatore, rispetto a quello per cui è stato progettato. Un esempio tipico è quello di possedere un forno essiccatore a cui cambi le miscele che scorrono al suo interno.

Così facendo vai a cambiare anche i parametri delle miscele esplosive. La conseguenza è quelle di avere un forno con un rischio esplosione molto più alto rispetto a quando era stata realizzata dal costruttore.

Un altro caso frequente di vizio occulto è rappresentato dal caso in cui il sistema di comando, tutti i “PL” e gli interblocchi, non sono stati ben dimensionati. Un esempio è dato dal caso in cui, nonostante nel progetto ci fosse scritto che si sarebbe utilizzato un doppio canale, l’elettricista sbaglia e ne mette solo uno.

Oppure quando il sistema di sicurezza è basato su un “PLC” che però non è un “PLC” di sicurezza che quindi, in caso di necessità, non bloccherà immediatamente la macchina.

Questi sono tutti vizi che un utilizzatore non può vedere e scoprire al momento dell’acquisto del macchinario. Sono vizi la cui presenza può esser notata solo dopo un’attenta analisi, svolta in genere dopo il verificarsi di incidenti più o meno gravi.

Intervieni prima, ed evita le fregature!

Ing. Claudio Delaini e Ing. Renato Delaini.

 

Guarda il video:

 

 

 

 

 

 

Commenta:

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *