CONSULENTE PER LA SICUREZZA: ECCO LE SOLITE DOMANDE.. SONO ANCHE LE TUE DOMANDE?

CONSULENTE PER LA SICUREZZA: ECCO LE SOLITE DOMANDE.. SONO ANCHE LE TUE DOMANDE?

Dipende se sei consulente per un costruttore o per un utilizzatore.

Il primo deve sapere tutto sulle Direttive europee di prodotto, perché la marcatura CE sia sicura e corretta.

Il secondo invece… pure! Perché deve controllare il macchinario che riceve e anche la documentazione CE che viene allegata.

Ecco degli esempi di domande:

“…Riscontro opinioni discordanti in merito alla certificazione dei quadri definiti “bordo macchina”, vorrei chiedere un suo parere: oltre alla “Dichiarazione di Conformità”, il quadro bordo macchina deve essere considerato assoggettato anche alla 2006/42/CE e quindi  certificato anche in base alla Direttiva Macchine (con emissione della relativa “Dichiarazione di Incorporazione”)?

Se si, vuol dire che la certificazione di un quadro di bordo macchina comporta l’emissione di due Dichiarazioni?…”

E anche:

“…Mi è stato chiesto se potessi io certificare CE. Infatti Nella direttiva 97/23/CE vi è la procedura la valutazione delle conformità  con una serie di documentazioni da dover presentare. La domanda che mi sono posto e se un ingegnere iscritto all’albo può effettivamente certificare la macchina o bisogna avere particolari requisiti e se la direttiva PED è sufficiente…”

Sono sempre domande semplici, spiegate in poche semplici parole. Difficle è spiegare nello stesso modo, per telefono o via mail.

Spesso alla fine si arrendono e ci chiedono: quando farete dei corsi specialistici sui macchinari in uso ? in giro non si trova nulla. Sui libri nemmeno.

Ecco: ci stiamo pensando: di rubare un po’ di tempo ai nostri clienti e spendere una giornata con pochi scelti per approfondire tutto quello che vogliono.

Tu che ne pensi? Se anche tu ne vorresti approfittare, scrivi e vediamo quando e dove farlo.

Il tempo da rubare lo troviamo.

Commenta:

commenti